::: SC PALAZZOLO :::

Il Palazzolo si sveglia tardi e col Gela arriva il ko. Anastasi: “Approccio da migliorare”

Il Palazzolo si sveglia tardi e col Gela arriva il ko. Anastasi: “Approccio da migliorare”

Palazzolo – Gela 2-3

Palazzolo (4-2-3-1): Ferla; Boncaldo, Raimondi, Fichera (27’ st Garcia), Carpinteri; Doda, Filicetti; Porto (21’ st Butera), Grasso, Dezai; Furnò (9’ st Pelosi). A disp. Pappalardo, Longo, Mollica, Piemonte, Riela, Quarto. All. Anastasi

Gela (4-2-3-1): Biondi; Polito, Cuomo, Moi, Brugaletta; Cosenza, Marinali; Alma (20’ st Pirrone), Bonanno, Brasile; Gallon (43’ st Bonaffini). A disp. Cascione, Bruno, Mansueto, Chirullo, Seckan, Cataldi, Campanaro. All. Terranova

Arbitro: Zamagni di Cesena (Danese di Trapani, Selmi di Acireale).

Reti: 10’ pt e 6’ st Alma, 18’ pt Cuomo, 10’ st Filicetti, 49’ st Pelosi

Palazzolo ancora lontano dal successo e sempre più proiettato alla disputa play out. A fine partita il tecnico del Palazzolo Peppe Anastasi e il patron Graziano Cutrufo, fra le considerazioni in sala stampa, hanno continuato a ribadire: “La salvezza? Noi ci crediamo. Dobbiamo crederci”. I volti erano ancora corrucciati e perplessi perché i gialloverdi proseguono in questa corsa all’indietro non riuscendo a smuovere sensibilmente la classifica, ma la prestazione – soprattutto nella seconda parte di gara – lascia ancora un barlume di speranza. “Purché però si cambi approccio – ha aggiunto Anastasi – perché troppo spesso si sbaglia l’avvio di gara e questo non va bene per una squadra che deve salvarsi”. L’approccio, infatti, è stato tutto del Gela che ha espugnato lo “Scrofani Salustro” grazie soprattutto alle giocate dell’esterno d’attacco Alma che, doppietta a parte, ha creato diverse situazioni importanti per la squadra di Terranova. Sventate, come spesso accaduto in questa stagione, da un Gabriele Ferla che nulla ha potuto sulle tre reti subìte visto che gli attaccanti gelesi arrivavano praticamente da ogni parte. Meglio la ripresa, con Filicetti che è tornato al gol, le diverse occasioni create dai neoentrati Butera e Pelosi (ma anche Raimondi e Grasso) e la rete proprio di Pelosi per il definitivo 2-3.

Like this Article? Share it!

Comments are closed.